Home

La grafologia

Scopriamo cos'è

Uno strumento utilissimo per aiutarci a capire la personalità dello scrivente, il suo stato d’animo, le sue potenzialità il suo modo di socializzare e di amare, i suoi pregi e i suoi difetti.
Tutto questo è possibile perché l’atto scrittorio parte dal nostro cervello, la nostra grafia è unica ed irripetibile come lo sono la nostra voce o le nostre impronte digitali.. appartengono solo a noi!

Padre Girolamo Moretti  (Recanati 1879 – Ancona 1963) è riuscito a realizzare un metodo grafologico unico, rispetto alla precisione psicodiagnostica. Il metodo morettiano si avvale di un elaborato studio di segni che troviamo nella grafia, segni che corrispondono a varie tipologie psicologiche e che in seguito a misurazioni e interazioni danno un profilo psicologico ben definito, che consente di prevedere un comportamento e/o la tendenza a reagire in un certo modo.

Possiamo definire la grafologia  una scienza che si occupa di “leggere” attraverso la grafia la personalità dello scrivente. Riuscire a “leggere” tra le righe non è così semplice, la grafologia è una scienza piuttosto complessa e impegnativa. Partiamo dall’assunto che la nostra scrittura è unica, ognuno di noi ha il proprio modo di scrivere, la scrittura è un automatismo che parte dal cervello; a dimostrazione di ciò sono stati fatti esperimenti con persone che hanno subito incidenti nei quali hanno perso gli arti superiori: ebbene, a distanza di tempo e dopo un periodo di allenamento ed esercitazioni a scrivere con la bocca o con i piedi, la loro grafia è tornata ad essere la stessa che eseguivano con le mani, questo a dimostrazione che il gesto grafico parte dal cervello, ed è qualcosa di profondamente “nostro”.